Salviamo S. Maria Intus Vineas.


Santa Maria 1

Mantenere l’attenzione sullo stato di conservazione di S. Maria Intus Vineas.
di Mauro Depaoli
(redazione.agipapress@libero.it)

VIGEVANO (pv). Sabato 13 febbraio alle 10 presso l’Auditorium San Dionigi a Vigevano ci sarà una conferenza sulla storia, l’arte, e i possibili interventi di recupero e futuro utilizzo di “Santa Maria Intus Vineas” un piccolo tesoro ma di inestimabile valore che risale al Mille e per la quale è in atto una corsa contro il tempo da parte del Comitato “Salviamo Santa Maria Intus Vineas” e che da tempo si batte per il recupero di questa chiesa fra le più antiche di Vigevano.
La situazione in cui versa questo luogo di culto è drammatica. “Oggi la piccola sacrestia non esiste praticamente più – spiegano gli esponenti del Comitato – sepolta dal crollo totale del relativo tetto. Le panche mobili lignee, rovesciate a casaccio nella navata, sono forse la parte meglio conservata di tutto il tempio, e sono facilmente recuperabili. Nel protiro all’ingresso, ai lati del portone, l’intonaco ottocentesco si sta staccando portando alla luce decori ad affresco su cui è incisa una data ben visibile: 1739. Nelle mura perimetrali esterne e nell’abside originale semicircolare, si notano alcune fila di mattoni a spina di pesce, che fanno probabilmente parte della parte più antica dell’edificio sacro. Ovunque vi sono escrementi e urina di gatto”. “Speriamo di poter fare qualcosa al più presto – dicono ancora gli esponenti del comitato – Purtroppo il primo passo non dipende da noi; stiamo aspettando, infatti, che gli incontri avuti con le autorità lo scorso autunno, possano dare i primi frutti”.
Il Comitato per il recupero di Santa Maria Intus Vineas è composto dal presidente onorario don Cesare Silva sacerdote, laureato in Storia della Chiesa e membro della Commissione Ufficio Beni Culturali della Curia diocesana; dal presidente e responsabile legale Gian Mauro Banzòla artista, musicista, curatore per l’organizzazione di eventi culturali; Edoardo Maffeo appassionato di arte e storia locale, collaboratore e consulente per mostre artistiche ed eventi culturali; Salvatore Poleo regista e autore teatrale ex assessore alla cultura del Comune di Vigevano; Maurizio Previderè funzionario d’azienda presidente del Priorato Diocesano delle Confraternite e dei Sodalizi religiosi laici e Mario Pacali giornalista, direttore del settimanale “L’Informatore Vigevanese”.

FacebookTwitterGoogle+

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *