L? Amante della Luna – di Annalena Cimino


L' Amante della LunaAcquita il Libro ora

Presentazione di Luigi “Louis” Molino

Avventurarsi lungo il sentiero notturno e misterioso dove fiorisce

la ricercata poesia di Annalena Cimino, attingendo da profonde

tristezze, nei tenebrosi mari della sofferenza e della dissonanza

come lei stessa descrive “Il sentiero dei Poeti è lastricato di rimpianti,

è oscuro e maledetto, in pochi sono in grado di seguirli

sfuggono anche da se stessi” proseguendo e lasciando infine

sbocciare in una luccicante esplosione “La Poesia” come la stessa

autrice rivela in maniera autobiografica negli aforismi ” La discesa

agli Inferi è il destino e la maledizione dei Poeti, è il loro

tormentato percorso, la poesia è l’unico mezzo per risalirne”

In ogni fonte d’arte vi è una ricerca e in ogni ricerca si parte per un

viaggio e percorrendo le dense poesie di Annalena ci si imbatte in

un acuto conflitto tra sogno e realtà, un vero e proprio travaglio di

emozioni spesso pressato dall’ urgenza della diffusione dove l’affanno

si traduce in versi e l’urlo taciuto in parole e solo in questa

dimensione che nasce la sua poesia.

Spazi, elementi, la notte, la luna i suoni dei silenzi e le visioni ; la

luce che si propaga nell’ infinito senza l’orientamento dell’ orizzonte,

i silenzi si proprio i silenzi quali attori principali descritti

più volte dall’ autrice come i preziosi “Amanti dell’indifferenza”

La lettura di queste meravigliose poesie senza tempo ci stimolano

alla preziosa ricerca della realtà universale nell’ inedito viaggio

quasi spirituale che salpa metaforicamente dall’isola di Capri, terra

natia dell’autrice e solca i mari dei sentimenti, sottolineando

tutte le inquietudini dei venti di tempesta che inevitabilmente si

incontreranno, un susseguirsi di pietre preziose incastonate in

molte delle opere presenti in questo libro quali “La Carezza del

Mare” e nella “Spiaggia del Tempo” dove Annalena Cimino ritrova

il luogo dove rincorrere i ricordi del tempo “In anfratti profondi

e tetri, alla ricerca dello scrigno della vita”.

Luigi “Louis” Molino

 

FacebookTwitterGoogle+

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *